Cerca
Filtra risultati
Standard
Video
Galleria
SUGGERISCI VIDEO

Basta allevamenti intensivi! Tutti dal contadino!

Basta allevamenti intensivi! Tutti dal contadino!

Si, lo so, lo so…… lo dite sempre… bisogna cambiare i metodi di assassinio… uccisioni con amore, prigionie compassionevoli, sgozzamenti rispettosi, macellazioni umanitarie, agonie sostenibili e sopportabili e così via……

E’ davvero straordinario notare la sistematicità di come ogni qualvolta che venga mostrata l’abominevole realtà dell’industria legale della carneficina di massa vi sia sempre una folta platea di persone che facciano presente di rifornirsi quotidianamente di latte direttamente dall’allevatore di montagna, in stile nonno di Heidi, che cresce e mantiene per puro “spirito umanitario” e fino alla loro “morte di vecchiaia” i piccoli vitelli nati maschi, “scarti” del latte, sempre qualcuno che vada ad acquistare la propria irrinunciabile fettina di dolore dal “piccolo” allevatore “compassionevole” e “sostenibile”, il quale prima di impacchettargliela, commosso e con gli occhi immersi nelle proprie lacrime, pianta un coltello in gola e sgozza per loro con tanto amore e sostenibilità il “suo” animale, appena convertito in banconote.

C’è chi continuamente inneggia, pur di non rinunciare alla propria fettina di dolore, agli ormai pluriblasonati e fantomatici “metodi alternativi” di assassinio degli animali, nella speranza di alleviare eventuali minimi sensi di colpa. E così, con una teoria che mai avrà luogo, spazzano via in un solo attimo le urla, i lamenti ed i fiumi di sangue di miliardi di innocenti vittime annuali del palato, ignorando inoltre con banalità disarmante che l’incubo di tutti questi prigionieri comincia con la loro nascita e dura fino a quei brevi minuti di terrore dove il consumatore automatizzato pseudo-compassionevole-mascherato concentra invece e marginalmente la propria falsa attenzione. Perchè no, perchè non adottare metodi quali l’eutanasia o l’anestesia generale ammesso che poi si sia disposti ad ingerire insieme ai loro brandelli di carne anche il farmaco eutanasico o l’anestetico rimasto nei tessuti intrisi di sangue. Perchè sgozzarli invece e farli morire, come da sempre avviene, per dissanguamento, quando esisterebberero nelle menti di tanta gente metodi di sterminio che lenirebbero ulteriormente eventuali sensi di colpa come quelli sopra detti o come ad esempio la ghigliottina? Certo! Che ne dite della ghigliottina? Un secondo e la braciola è praticamente servita!

Nietsche scriveva: “Vi è un grado di falsità incallita, che si chiama coscienza pulita.”

A voi, voi che vi dichiarate di essere consapevoli, di avere scoperto la verità sanguinaria e di disperazione inquantificabile dell’orrore legale della carneficina di massa di esseri senzienti, voi che nel frattempo vi indignate ma continuate a cercare di razionalizzare in ogni modo una realtà irrazionalizzabile.

Oggi potete vedere e vedete, come non mai, la realtà senza mistificazione. Oggi dichiarate di essere consapevoli dell’infinito sterminio di massa di esseri senzienti innocenti. Nonostante tutto nel frattempo, cavalcando l’onda emotiva di opposizione allo sfruttamento intensivo, continuate a sperare che la domanda di qualche miliardo di persone che abitualmente mangiano corpi uccisi possa essere mantenuta e soddisfatta dal “piccolo” allevatore (che naturalmente sgozza con amore i suoi animali…) o continuate a sperare che ognuno magari possa crearsi il suo piccolo allevamento “sostenibile”, con macellazione umanitaria e indolore annessa, in propria autonomia, magari sul proprio balcone di casa…

E nel frattempo che continuate fantasiosamente a sperare qual è il miglior modo che vi viene in mente per mettere in atto la vostra indignazione, la vostra protesta, la vostra opposizione a tutto ciò per cui vi dichiarate consapevoli?

Naturalmente, quello di continuare ad andare in macelleria o al banco carni dei supermercati.

Tutto per non rinunciare in nessun modo a quel pezzo di corpo assassinato intriso di dolore e sofferenza che mai nessun condimento riuscirà a rendere digeribile alla propria coscienza.

E’ proprio vero, tutte le scuse portano al macello…

[Gaspare Messina – www.laverabestia.org]

 

Video: Tras los Muros

Altri video suggeriti

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer

In relazione alla tematica trattata dal sito, molti contenuti presenti potrebbero contenere immagini forti o scene cruente che potrebbero turbare la sensibilità in soggetti emotivi. Per maggiori informazioni leggi il Disclaimer completo.
In relation to the topic treated by the site, many content present may contain strong images or cruent scenes that could disturb the sensitivity in emotional people. For more information read the complete disclaimer.